Tag Archives: design

Musa di Vibia e Bahia di Foscarini : lampade ispirate alla natura

Lampada Musa di Vibia

Musa di Vibia e Bahia di Foscarini

Anche grazie alla tecnologia innovativa, che argomento poetico non è, nel settore dell’illuminazione oggi si arriva a realizzazioni che creano suggestioni poetiche.

E’ senz’altro il caso della collezione di lampade Musa di Vibia creata da Kristoffer Fagerströme e Charlotte Ackerman di Note Design Studio di Stoccolma.

Per ideare questa collezione, i designer si sono ispirati alla delicatezza della natura:

come una goccia di rugiada si appoggia su una foglia, il paralume in vetro dalla forma organica che contiene la lampadina Led si posa su un “piatto” leggermente concavo.

Musa di Vibia

Pur avendo linee molto essenziali ed essendo formata solo da due elementi, la lampada Musa ha una notevole forza espressiva:

la forma schiacciata ammorbidita dalla luce fa pensare anche a un tenero uccellino nel nido oppure… a una ricetta innovativa preparata da uno chef stellato.

La luce morbida emanata dal paralume in vetro opalino soffiato a mano che batte sulla superficie del “piatto” si arricchisce di caldi riflessi.

Per raggiungere questo risultato così delicato ed equilibrato, i designer hanno realizzato dei prototipi ripiegando dei pezzetti di carta.

Poi hanno perfezionato il progetto disegnando delle bozze e stampando numerose versioni in 3D.

La collezione comprende applique, lampade da terra e da tavolo.

lampada Musa di Vibia

La lampadina Led ha intensità regolabile e l’elemento concavo riflettente è proposto in tre delicate tonalità della terra:

bianco, salmone e visone.

Bahia di Foscarini

La seconda collezione di lampade di cui parliamo oggi è Bahia disegnata da Lucidi Pevere per Foscarini.

Anche in questo caso è evidente l’ispirazione viene dalla natura.

lampada Bahia di Foscarini

Gli elementi leggermente concavi di varie grandezze e di forma irregolare si sovrappongono l’uno sull’altro creando un gioco di luci e ombre molto affascinante.

Il design può ricordare un’eclisse di sole oppure l’effetto quasi ipnotico dei miraggi nel deserto rovente.

Oltre alla versione da parete ampia con tre o due elementi sovrapposti, la collezione Bahia comprende anche Bahia Mini che con le sue dimensioni compatte è adatta ad essere posizionata a soffitto.

lampada Bahia di Foscarini

Le lampade prodotte in policarbonato stampato a iniezione possono essere bianche oppure in versione verde, blu e viola per creare diversi riflessi cromatici nell’ambiente.

La fonte luminosa è dimmerabile.

lampada Bahia di Foscarini

Musa di Vibia e Bahia di Foscarini : lampade ispirate alla natura

Arredamento per l’ufficio che si adatta al lavoro che cambia #2

collezione 3+ zieta

Arredamento per l’ufficio

Nell’articolo di ieri abbiamo parlato di Bureaurama di Magis, un nuovo sistema per arredare l’ufficio.

Oggi mostriamo le foto di un’altra proposta nuova e interessante, la collezione 3+ di Zieta.

collezione 3+ zieta

Se l’idea alla base di Bureaurama è prevalentemente la componibilità, il concetto della collezione 3+ si basa invece essenzialmente sulla semplicità di montaggio e trasformazione degli arredi.

Il sistema costruttivo di 3+ ricorda quella del Meccano, il gioco per la costruzione di modellini meccanici che utilizza elementi metallici perforati, viti, dadi e bulloni.

La collezione 3+ prevede tre tipi di mobili standard: il tavolo, lo scaffale e il pannello.

Tutti i pezzi sono realizzati con lastre di alluminio di alta qualità su cui sono praticati dei fori preformati.

Le forature allineate insieme alle linee molto semplici creano un design piacevole e inconsueto.

Le strutture in alluminio forate sono leggere, durano a lungo e si prestano a tante applicazioni personalizzate.

Grazie al sistema di foratura, gli arredi sono molto facili da montare e possono essere riorganizzati e ampliati in un’infinità di soluzioni.

Al tavolo e al pannello possono essere ancorati molti accessori che rispondono alle diverse esigenze lavorative:

dall’ufficio al laboratorio, dall’officina al negozio e, perché no, anche in casa, ad esempio nella camera dei bambini.

Arredamento per l'ufficio

collezione 3+ zieta

collezione 3+ zieta

Gli scaffali possono essere ampliati o modificati facilmente utilizzando i bastoni che si infilano nelle forature dei ripiani.

Pur essendo ultraleggere, le lamiere garantiscono stabilità e le lastre sopportano un buon carico.

La collezione 3+ è innovativa ed efficiente, anche nel trasporto e nello stoccaggio.

I pezzi della collezione sono proposti in diverse colorazioni.

collezione 3+ zieta

collezione 3+ zieta

Arredamento per l’ufficio che si adatta al lavoro che cambia #2

Arredamento per l’ufficio che si adatta al lavoro che cambia #1

Bureaurama Magis

Arredamento per l’ufficio

In tutti i settori il modo di lavorare sta cambiando e il design degli uffici non può che adeguarsi a questa rapida evoluzione.

Dei vantaggi e svantaggi degli uffici open space rispetto a quelli suddivisi in stanze abbiamo già parlato in un precedente articolo.

Nell’articolo di oggi e in quello di domani parliamo invece di sistemi di arredamento innovativi.

Oggi vi presentiamo Bureaurama di Magis, una collezione di arredi componibili molto semplici perfetta per gli spazi dedicati al lavoro in team.

Bureaurama Magis

Arredamento per lufficio

Quando si lavora in gruppo, il layout dello spazio assume un’importanza fondamentale nel favorire il dialogo e lo scambio fra le persone.

Ad esempio, durante le sessioni di brainstorming le idee devono poter circolare liberamente, senza barriere e senza che si creino gerarchie fra i partecipanti.

Bureaurama risponde a queste esigenze arredando in modo dinamico e innovativo lo spazio lavorativo in modo da favorire la socializzazione.

Progettata dal designer Jerszy Seymour, la serie comprende sgabelli alti, medi e bassi e tavoli in alluminio componibili formati da elementi rettangolari o curvi.

Bureaurama Magis

Bureaurama Magis

La superficie degli arredi è verniciata a spruzzo in bianco e nero oppure in colori fluo.

Il design dei pezzi della collezione è davvero essenziale e può ricordare il linguaggio semplice e l’immediatezza delle icone del web.

Bureaurama Magis

Il peso limitato degli arredi Bureaurama permette di cambiare facilmente il layout dello spazio a seconda delle attività da svolgere e del numero dei partecipanti.

Gli sgabelli e i tavoli Bureaurama sono utilizzabili anche in esterni e oltre che in ufficio sarebbe bello vederli nelle scuole e nei locali pubblici.

Bureaurama Magis

Arredamento per l’ufficio che si adatta al lavoro che cambia #1

I colori solari della Sicilia entrano negli interni di Lotto 16

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

I colori solari della Sicilia

Gli interni dei sedici appartamenti di Lotto 16 hanno un carattere forte e solare basato su due elementi fondamentali: il colore e la geometria.

Il complesso abitativo realizzato nell’ambito di un piano di edilizia convenzionata a Marina di Ragusa in Sicilia, è stato progettato dagli architetti Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

Gli edifici unifamiliari, circondati da ampi giardini, sono serviti da un’unica strada interna e ospitano quattro diverse tipologie di alloggi sviluppati su due livelli.

Obiettivo del progetto è stato massimizzare la qualità del design compatibilmente con il limitato budget economico disponibile.

Grazie all’adozione di sistemi costruttivi moderni e fonti di energia rinnovabile, gli appartamenti offrono un elevato isolamento termico e limitato consumo energetico.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

La scelta stilistica molto precisa dei due progettisti si focalizza sulle pavimentazioni a colori vivaci che si inseriscono in ambienti total white.

Le piastrelle in pietra lavica smaltata prodotte su misura nei colori bianco, blu cobalto e giallo siena sono posate in una sequenza di composizioni geometriche diverse.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

Negli interni decorati e arredati in bianco spicca la scala monolitica rivestita di Valchromat giallo che affianca un volume contenente gli impianti tecnologici.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

Per quanto riguarda la distribuzione degli ambienti, al piano terra trova spazio il soggiorno, la cucina e la sala da pranzo mentre il primo piano ospita la zona notte con due camere da letto e due bagni.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

I colori solari della Sicilia

Il dialogo fra interni ed esterni

Tutti gli ambienti sono connessi con l’esterno.

Le verande sono realizzate in pietra locale, con pergole in ferro zincato smaltato bianco e copertura di bamboo.

I giardini ospitano anche numerose specie tropicali e sono disegnati in modo irregolare come succede in natura.

Le aree e i percorsi esterni creano quindi un interessante contrasto con il rigore geometrico dei volumi architettonici.

L’equilibrio tra nuovi interventi e patrimonio architettonico esistente è un tema fondamentale per gli architetti Sciveres e Gurrieri:

l’architettura semplice, i materiali e I colori solari della Sicilia di Lotto 16 si inseriscono con coerenza nel territorio evocando la tradizione e la cultura locale.

Lotto 16 Nunzio Gabriele Sciveres e Giuseppe Gurrieri

I colori solari della Sicilia entrano negli interni di Lotto 16

Servizio in porcellana Maritime Collection : il mare sulla tavola

Servizio in porcellana

Servizio in porcellana Maritime Collection

Porzellan Manufaktur Nymphenburg produce oggetti in porcellana fine da oltre 270 anni.

Nel ‘700 questa storica manifattura creò dei veri e propri capolavori.

In quell’epoca lo stile Rococò, evoluzione del tardo barocco, rigettava la simmetria e le forme regolari per preferire invece le linee curve, le forme organiche e le decorazioni a spirale.

Particolarmente affascinato da questi splendidi oggetti, il designer americano Ted Muehling vi si ispira per disegnare Maritime Collection.

Questa serie di oggetti per la tavola che comprende ciotole, vasi e piccoli oggetti è caratterizzata da linee sinuose che riprendono le forme organiche delle conchiglie, delle lumache e dei coralli.

La delicatezza degli elementi del Servizio in porcellana viene esaltata dall’accostamento della porcellana bianca con la porcellana biscotto smaltata in colori molto tenui.

I piccoli contenitori di soli sette centimetri per il sale e pepe hanno la forma a spirale di due gusci di lumaca.

salino Maritime Collection Nymphenburg

La forma a spirale viene declinata anche nella ciotola Moon Snail.

ciotola snail Maritime Collection Nymphenburg

La ciotola Clam invece ha la forma di una conchiglia arsella e il Coral Vase riprende sulla sua superficie l’aspetto irregolare tipico del corallo.

ciotola clam Maritime Collection Nymphenburg

coral vase Maritime Collection Nymphenburg

La ciotola Volute, che ha la forma richiusa su se stessa delle conchiglie dei paguri, è stata scelta come premio per i vincitori del “Prix du Design” assegnato agli yacht più belli che attraccano a Port Hercules a Monte Carlo ogni settembre in occasione del Monaco Yacht Show.

ciotola volute Maritime Collection Nymphenburg

Design contemporaneo realizzato artigianalmente

Nymphenburg collabora con noti designer e artisti come ad esempio Konstantin Grcic, Hella Jongerius e Gustavo Lins per proporre porcellane contemporanee dalle linee innovative.

Tutti i prodotti sono realizzati a mano uno per uno.

Il fatto che i tempi di attesa per ricevere alcuni pezzi arrivi addirittura a due anni testimonia quanto la manifattura ancora oggi sia legata ad un modo di lavorare artigianale e artistico.

Le creazioni di Nymphenburg hanno arredato nel tempo le residenze dell’alta aristocrazia internazionale, le ambasciate, le chiese e i palazzi.

Oggi fanno parte di importanti collezioni come ad esempio quella del MoMA, dello Stedelijk Museum di Amsterdam e della Fondation Nationale di Parigi.

La storia di Nymphenburg

Durante il periodo Barocco gli oggetti in porcellana erano molto ricercati, anche perché venivano esclusivamente dalla Cina.

Durante il XVIII secolo si iniziò a produrli anche in Europa.

Nel 1747 nel “Grüne Schlössl” a Neudeck fu aperta la prima manifattura di vasai.

Nel 1761 i laboratori furono spostati in un edificio appositamente costruito nella residenza estiva di Wittelsbach, la famiglia a cui la storia di Porzellan Manufaktur Nymphenburg è indissolubilmente legata.

In seguito la manifattura si è ingrandita occupando altri edifici e tutti i locali sono oggi tutelati dalle Belle Arti.

Grazie alla competenza di alcuni esperti che avevano già lavorato a Vienna, la manifattura riuscì pochi anni dopo la sua fondazione ad avviare la complicata produzione della ceramica.

Nymphenburg iniziò anche a collaborare con degli artisti famosi per produrre degli oggetti di alto pregio che ancora oggi sono estremamente apprezzati dai collezionisti.

Servizio in porcellana Maritime Collection : il mare sulla tavola