Tag Archives: decorazione

I vasi scomponibili della collezione Faux Semblants di Ibride

vaso scomponibile ibride

I vasi scomponibili di Ibride

Le creazioni firmate da Ibride hanno sempre qualcosa di misterioso e inconsueto.

Come suggerisce il nome di questo studio di design francese, la sintesi o l’incrocio fra due funzionalità diverse è spesso alla base dell’originalità dei prodotti.

L’aspetto grafico è un ingrediente fondamentale e la poesia, il sogno, l’evocazione di epoche passate e di Paesi lontani sono i temi ricorrenti.

Ad esempio, i vasi della collezione Faux Semblants che evocano le forme dei preziosi vasi cinesi, non sono esattamente ciò che sembrano.

vaso scomponibile ming ibride

vaso scomponibile yuan ibride

Ogni vaso si scompone infatti in diversi “strati” così si trasforma in un sofisticato servizio per la tavola.

Una volta scomposti, i vasi monocromatici rivelano i colori delle bellissime grafiche che decorano ogni elemento.

vaso scomponibile ibride

vaso scomponibile ibride

Per scoprire il lato nascosto dei vasi, l’utilizzatore deve interagire con essi.

Prima ancora di capire che il vaso si può scomporre, si rimane sorpresi già alzando il coperchio perché all’interno non c’è un volume vuoto.

Questa ambiguità che coniuga funzioni diverse in un solo oggetto è molto intrigante ma ha anche una valenza pratica perché, quando il servizio da tavola non serve, diventa un elegante oggetto decorativo.

vaso scomponibile ibride

vaso scomponibile ibride

vasi scomponibili

Lo studio Ibride è nato nel 1996 dall’incontro la grafica Carine Janin e i fratelli designer Rachel e Benoît Converse.

Il design di Ibride sfida la normale percezione degli oggetti giocando sulla doppia identità / funzione degli oggetti e sulla sintesi fra passato e presente, fra reale e immaginario.

I vasi scomponibili della collezione Faux Semblants di Ibride

Carta da parati degli anni 70 anticipa le tendenze

Carta da parati degli anni 70

Carta da parati degli anni 70

Non fatevi ingannare dal nome! Il sito Carta da parati degli anni 70 propone una ricca scelta di tappezzerie che vanno ben oltre ai tipici decori dei seventies.

Ma allora perché questo nome?

Perché nel lontano 2003 questa azienda fu la prima rispetto ai grandi produttori di carte da parati a lanciare il revival dell’iconografia degli anni ’70.

La collezione anni ’70 di questa azienda tedesca conquistò infatti le fiere di settore di New York, anticipando il trend vintage che avrebbe in seguito spopolato in tutto il mondo.

Da allora il catalogo di Carta da parati degli anni 70 si è costantemente evoluto per ampliarsi a tanti altri temi…

ma il nome è rimasto immutato a testimonianza della collaudata abilità dell’azienda di fiutare le tendenze.

Carta da parati degli anni 70

Nulla come la carta da parati ha la capacità di dare carattere ad un ambiente e cambiarne l’atmosfera.

Ma non solo: la tappezzeria è come un biglietto da visita che racconta molto della personalità di chi abita uno spazio.

Carta da parati degli anni 70

Le proposte di Carta da parati degli anni 70

Il negozio online propone una vasta selezione di tappezzerie che copre in modo molto efficacie tutte le tendenze.

Un vantaggio non da poco perché, data la grande quantità di proposte sul mercato, invece di perdervi in una lunga ricerca potrete accedere immediatamente ad un’ottima selezione dove sicuramente troverete il decoro che fa per voi.

Carta da parati degli anni 70

Per darvi solo un’idea, nel sito potete trovare le tappezzerie create dalle tre designer olandesi dello Studio Ditte che, giocando con gli oggetti di uso quotidiano, creano delle “collezioni da muro” con i piatti, le posate e i giocattoli.

Carta da parati degli anni 70

Poi ci sono le lussuose tappezzerie della casa manifatturiera Coordonné di Barcellona che celebrano l’arte e l’architettura della città spagnola con grafiche geometriche ad alto impatto.

Le carte da parati firmate dal designer inglese Dupenny parlano invece un linguaggio più leggero, con temi vintage spiritosi che ritraggono pin up, ballerine di burlesque e casalinghe degli anni ’50.

Vanno senz’altro citate le innovative carte da parati della casa olandese NLXL dove i motivi non si ripetono mai, come ad esempio la famosa collezione che ricrea sulla parete l’effetto di un rivestimento fatto con le assi di legno di recupero.

Carta da parati degli anni 70

Il designer svedese Majvillan dedica le sue carte da parati ai bambini ritraendo mondi fatti di fantasia e colori con un linguaggio pittorico ispirato agli anni ’70.

E poi lo stile modaiolo e sofisticato di Vatos, il glamour sfarzoso di Versace, i motivi etnici dei teli stampati a mano di Béatrice Laval, direttore artistico della ditta parigina Le Monde Sauvage e molto altro ancora.

Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti.

A me piace moltissimo la serie Pencil Drawing dove i motivi disegnati a matita vestono la parete con una infinità di ritagli di carta di forma rotonda, quadrata oppure affusolata come le foglie degli alberi.

Questa serie di decori è molto originale e l’effetto tridimensionale creato dalle ombre dà profondità all’ambiente.

Carta da parati degli anni 70

Come funziona il negozio on line

Il sito è comodo da consultare, le proposte sono suddivise in categorie e il motore di ricerca permette di selezionare i prodotti in base a diversi parametri come ad esempio il colore della base e del disegno, l’effetto oppure le caratteristiche.

Nel sito troverete anche tanti suggerimenti sulle tendenze utili per scegliere la carta da parati insieme alle indicazioni tecniche per una corretta applicazione.

Carta da parati degli anni 70

Una calcolatrice vi indica quanti rotoli dovete acquistare in funzione della dimensione del muro che dovete rivestire.

E per verificare le proporzioni reali dei decori nel contesto del vostro ambiente, potete acquistare un campione oppure stampare immediatamente un fac-simile con la vostra stampante.

Il negozio online Carta da parati degli anni ’70 garantisce la qualità delle carte da parati perché tutte le collezioni sono disegnate e prodotte da importanti realtà del settore.

La carta da parati arriverà rapidamente a casa vostra grazie all’efficiente servizio logistico dell’azienda.

Carta da parati degli anni 70 anticipa le tendenze

I colori del Natale : rosso, bianco, oro e argento

 

panettone e pallina pantone

I colori del Natale

I colori hanno il potere di creare emozioni e stati d’animo ma sono anche dei codici fondamentali nella comunicazione.

Ci sono dei marchi, come ad esempio Tiffany e Hermès, che si identificano completamente in un colore.

Se vi interessa l’argomento ne abbiamo parlato qualche giorno fa in un articolo.

Anche il Natale ha i suoi colori simbolo, infatti quando si avvicina tutto si tinge di rosso, oro e argento.

Le aziende ci provano ad introdurre degli altri colori per uscire dalla mischia… ma non ce n’è, il Natale non concede variazioni sul tema.

Anche perché questi colori non sono nati a caso ma hanno un significato profondo radicato nella tradizione.

I colori del Natale

 

 

Il rosso

Il rosso è sicuramente il colore icona del Natale.

Questo colore caldo e acceso è sempre stato sinonimo del rango elevato dei re e dei papi.

Ma non solo: ricordando il fuoco, questo colore evoca calore, amore e sentimenti intensi e in campo psichico è simbolo di rinascita e risveglio energetico.

E’ anche associato alle radici, quindi alla stabilità, alle origini, alla casa e alla famiglia.

pantone red

All’inizio del ‘900 è diventato il colore del vestito di Babbo Natale, insieme al bianco.

Sì… perché le rappresentazioni precedenti lo ritraevano vestito di blu o di verde.

Ma attenzione:

anche se gira la leggenda metropolitana che sia stata la Coca-Cola a cambiare il colore dell’abito di Babbo Natale, in questo caso l’ufficio marketing della nota multinazionale non c’entra nulla.

Nel 1927 il New York Times aveva già pubblicato un identikit preciso di Babbo Natale definendo altezza, peso, pancia, lunghezza e colore della barba esattamente come li conosciamo oggi.

I disegni della Coca-Cola arrivarono successivamente nel 1931, dopo che nel 1923 un Babbo Natale vestito di rosso e bianco era già apparso nella pubblicità di un’altra bibita gassata, la White Rock.

Il bianco

bianco

Il bianco significa purezza e luce, quindi nelle religioni è simbolo della spiritualità e della divinità.

E poi ovviamente è il colore della neve e dei ghiacci invernali.

L’oro e l’argento

panettone pantone

Packaging ideato da Studio Purporse graphic design come regalo promozionale

L’oro, il colore del sole che ritorna dopo l’inverno, è come il rosso e l’argento legato ai re, non solo in quanto sinonimo di ricchezza materiale ma anche di saggezza.

E’ un simbolo legato alla nascita di Gesù ma anche alla consapevolezza, all’autostima e alla crescita personale.

L’oro e l’argento sono i due colori preziosi per eccellenza.

I colori del Natale : rosso, bianco, oro e argento

Tappeti contemporanei francesi in edizione limitata

tappeto un tapis a paris

Tappeti contemporanei francesi in edizione limitata

La storia della marca francese Un Tapis à Paris comincia nel 1955 quando a Franck Pilloton, padre del fondatore Xavier, venne richiesta la realizzazione di un arazzo per la Chiesa di San Martino a Aron.

L’arazzo, lungo ben 11 metri, fu prodotto nei laboratori Pinton ad Aubusson.

Il decoro racconta degli episodi della vita di San Martino, il santo che tagliò il suo cappotto in due per donarne una parte ad un povero.

Da allora la famiglia Pilloton ha tramandato di generazione in generazione il sapere artigianale per realizzare tappeti di elevata qualità, decorati con disegni originali.

tappeto un tapis a paris

Ogni modello di tappeto, realizzato in edizioni limitate non superiori agli 8 esemplari, è firmato e numerato.

In queste immagini mostriamo i tappeti tondi e rettangolari della serie Place des Fetes, realizzati in lana e declinati in quattro colori.

tappeto un tapis a paris

Tappeti contemporanei francesi

Fra i tappeti realizzati su misura abbiamo scelto J pour Jaune firmato dall’illustratore francese Christian Roux e realizzato in lana neozelandese.

Il decoro celebra la solarità del colore giallo con una colata di vernice che scende lungo il tappeto.

tappeto un tapis a paris

Ci piace molto anche il tappeto tondo Grands Boulevards, realizzato in lana e bambù per l’eleganza del decoro e dei colori.

Fra i tappeti realizzati su misura abbiamo scelto J pour Jaune firmato dall'illustratore francese Christian Roux e realizzato in lana neozelandese. Il decoro celebra la solarità del colore giallo con una colata di vernice che scende sul tappeto.

Le collezioni di Un Tapis à Paris vengono costantemente rinnovate grazie alla collaborazione con artisti e designer.

I tappeti vengono realizzati da produttori europei selezionati per le loro capacità tecniche.

Tappeti contemporanei francesi in edizione limitata

Decorare la casa con la fotografia d’arte : Yellowkorner

Yellowkorner fotografie d'arte

Decorare la casa con la fotografia d’arte

Oggi proseguiamo la serie di articoli dedicati a “come decorare la casa con i quadri” dando un suggerimento agli appassionati di fotografia:

date un’occhiata al sito di YellowKorner, il primo editore di fotografie d’arte.

Il sito, oltre a permettere di accedere a tutta la collezione fotografica, mette a disposizione anche informazioni sugli autori e sulle loro opere.

YellowKorner nasce nel 2006 dall’idea di Alexandre de Metz e Paul-Antoine Briat, entrambi grandi appassionati di fotografia sin dall’infanzia, di “rendere la fotografia d’arte accessibile a tutti”.

Decorare la casa con la fotografia d'arte

Nel catalogo di YellowKorner convivono le immagine dei grandi nomi della fotografia come ad esempio Man Ray e Yann Arthus-Bertrand, con gli artisti contemporanei e i fotografi d’epoca.

L’editore seleziona i fotografi con la collaborazione di un comitato artistico formato da una decina di esperti, ognuno specializzato in una corrente fotografica particolare.

YellowKorner è stato infatti promotore di giovani talenti internazionali della fotografia d’arte, come ad esempio Laurent Baheux o Lee Jeffries.

Yellowkorner fotografie d'arte

Yellowkorner fotografie d'arte

Tutte le fotografie di questo editore sono stampe analogiche su carta tradizionale realizzate sotto la supervisione dell’artista nel laboratorio professionale dell’azienda.

La resa, la nitidezza e il contrasto delle stampe sono eccellenti, sia nelle foto a colori che in bianco e nero.

Decorare la casa con la fotografia d'arte

Le stampe sono in edizione limitata, sono numerate e accompagnate da un certificato di autenticità.

E possono essere disponibili in uno o più formati e in diverse finiture.

Yellowkorner fotografie d'arte

YellowKorner è presente nel mondo con 80 gallerie che non sono solo punto vendita ma punto d’incontro fra il pubblico, gli artisti e l’arte della fotografia.

Decorare la casa con la fotografia d’arte