Tag Archives: architettura

GIOCHI GEOMETRICI IN FACCIATA

Carter Williamson Architects

Una scacchiera tutta bianca fatta di frangisole semoventi è l’ingegnoso sistema che permette di modulare la luce a seconda delle diverse ore del giorno. La facciata di questa casa nel South West Wales in Australia progettata da Carter Willianson Architects è disegnata da un particolare sistema di frangisole in marmo bianco che, quando aperti, rivelano la trasparenza dei grandi serramenti in vetro. All’interno l’edificio si articola su due livelli: a quello inferiore c’è la zona giorno e a quello superiore, che si affaccia sul piano inferiore, trovano spazio le camere da letto e lo studio. Nel bianco assoluto degli interni spicca un setto rosso traforato a disegni geometrici molto decorativo che delimita da salita della scala.

60 MQ SUI NAVIGLI DI MILANO

Interno Sabrina Landini

All’ultimo piano di una tipica casa di ringhiera in zona Navigli, l’appartamento è costituito da ampie stanze passanti con i soffitti molto alti, affacciate sulle corti interne. Dopo aver “ripulito” gli spazi da tutto ciò che era stato aggiunto e sovrapposto nel tempo, la designer Sabrina Landini ha potuto liberare la sua creatività. Il taglio dell’abitazione è stato mantenuto mentre gli arredi e la decorazione degli interni riflettono fortemente la personalità artistica della padrona di casa. Dall’ingresso, dove si trovano subito il soggiorno e la zona conversazione, si passa nell’ambiente pranzo-studio con i servizi. La zona notte è stata ricavata nel sottotetto, collegato con una scala in ferro.

LEGGENDO FRA LE RIGHE

Reading between the Lines

“Reading between the Lines” è l’installazione artistica che gli architetti belgi Pieterjan Gijs e Arnout Van Vaerenbergh hanno creato a Limburg in Belgio nell’ambito di Z-OUT, un ambizioso progetto che riguarda gli spazi pubblici a cura della casa d’arte contemporanea Z33 di Hasselt e che prevede realizzazioni in diverse location del Belgio nei prossimi cinque anni. E’ un’opera a cavallo fra l’architettura e l’arte: scomponendo in piani orizzontali la tipica forma delle chiese della zona, l’architettura è stata trasformata in un oggetto d’arte “trasparente”. Alta 10 metri e realizzata con 100 lamelle sorrette da 200 colonne in acciaio la chiesa, a seconda del punto di vista da cui la si guarda, viene percepita come un edificio massiccio oppure come una forma leggerissima che si dissolve nel paesaggio. Guardando invece dall’interno, il paesaggio si ridefinisce in linee astratte.

ORIGAMI ARCHITECTURE

Library of Congress Washington D.C.

Origami Architecture” è la serie di delicatissimi biglietti pop up che l’artista Joyce Aysta di Los Angeles crea con una tecnica che combina due forme d’arte giapponesi, l’origami (l’arte di piegare la carta) e il kirigami (l’arte di tagliare la carta). Sono disponibili gli edifici più noti d’America come la Library of Congress e la White House di Washington D.C., la Concert Hall di Los Angeles o il Golden Gate di San Francisco, ma si possono anche far realizzare biglietti che riproducono la sede della propria azienda o perché no… la propria casa.

 

CASE SULL’ALBERO 1 – IL TREEHOTEL

Treehotel

Il Treehotel nella foresta di Harads in Svezia offre sicuramente un’esperienza speciale. Delle 24 camere 5 sono costruite sugli alberi e godono di una vista spettacolare sul fiume Lule. Sono una diversa dall’altra e sono sospese a 4/6 metri di altezza, raggiungibili con rampe, ponti o scale. Offrono un elevato standard in un ambiente dal design contemporaneo e sono state progettate da architetti scandinavi in modo da non danneggiare gli alberi e avere un impatto minimo sull’ambiente: dalla scelta dei materiali, alle tecniche di costruzione, ai sistemi di isolamento, riscaldamento e illuminazione a basso consumo di energia, ai prodotti per la pulizia eco-fliendly, agli accorgimenti per ridurre il consumo di acqua… tutto è pensato nel rispetto della natura. E ovviamente non poteva mancare la Tree Sauna costruita sui pini centenari!